Categoria: Oriente Occidente

a cura di Francesco Gianola Bazzini

0

Buddismo, etica e neuroscienze

La natura del progresso tecnologico è quella di risolvere problemi e, nel farlo, porne di nuovi. Più questo progresso è veloce, più le sue ripercussioni sul contesto sociale diventano difficili da gestire. Di qui, la proposta di alcuni studiosi della possibilità del biopotenziamento morale e l’esempio del buddismo.
Di Giuseppe Turchi

0

“Le luci della sapienza”

Un percorso attraverso il testo “Le luci della sapienza” di Abu Muhammad Hamid ibn M. al Ghazali, in cui l’autore indaga il rapporto della religione con le diverse discipline scientifiche dell’epoca.
Di Francesco Gianola Bazzini

2

Sulle colline degli assenti. In memoria.

Assenti, taciuti, i morti palestinesi sono rimossi. Di loro non vi è nome, né storia. Espropriati dalla condizione di uomini, portano i pesi di tutte le epoche, hanno spalle immense e cuore d’argilla, poroso all’oltraggio.
Di Giusy Diquattro

1

I muri simbolo di esclusione o di inclusione forzata

L’articolo di Samuele Trasforini sulla Dichiarazione Universale dei Diritti Dell’Uomo con i suoi riferimenti si pone come un autorevole preambolo ad una analisi di alcuni dei principi fondanti della Dichiarazione stessa, mettendo in evidenza le numerose contraddizioni che il panorama politico internazionale ci pone.
Di Francesco Gianola Bazzini

3

Universalismo dei diritti umani e imperialismo culturale

Di Samuele Trasforini – La “Dichiarazione universale dei diritti umani” dal 1948 in poi, promuovendo una prospettiva universalistica degli esseri umani e della dignità umana, ha permesso in moltissimi contesti di crisi il non regredire allo stato di barbarie. Nonostante ciò, l’universalismo promosso dalla dottrina dei diritti umani piuttosto che una realtà tangibile e concreta o semplicemente programmatica sembra essere una suggestione piuttosto problematica, filosoficamente fondata e fondativa della cultura della specie umana, ma ideologicamente strumentale.

0

VALENZE PLURIME E NUOVE DECLINAZIONI DEL DIGIUNO

Quindi un invito, rivolto a credenti e non credenti, a vivere questo periodo di restrizioni come astensione dal consumismo e dalla iper-alimentazione, dallo spreco e dallo scarto, dai viaggi e dagli spostamenti inutili, da ogni “superfluo” in modo da preservare acqua-aria-suolo-energia.Un antico mantra vedico a tal fine ci può accompagnare: “Om vardhanamnamah” (che significa: io nutro l’universo e l’universo nutre me). Una frase da meditare e da tradurre nella realtà odierna.

Luciano Mazzoni Benoni