Taggato: società

0

Conflitto di interessi e democrazia

di Samuele Trasforini – Uno dei compiti del filosofo dovrebbe essere quello di mettere in dubbio l’ovvio, ciò che generalmente si tende a considerare come assoluto e immutabile; a maggior ragione è passibile di critica tutto ciò che riguarda la vita degli esseri umani, vita che non è scindibile dalla società che funge da teatro per la messa in scena della tragedia di cui gli individui sono attori. Il nostro sistema governativo e sociale – che ci ostiniamo a definire democrazia – è minato dal conflitto di interessi e i recenti fatti di cronaca italiana ne sono la prova. Cosa vi è alla radice del conflitto di interessi? Platone ci offrirà degli spunti di riflessione critica.

0

[Pillole di Civiltà] – Le scuole comunali di Parma

Parma sta vivendo da circa quindici anni un periodo di decadenza morale e materiale, ma è anche una città che sta reagendo a vari livelli. Non credo sia mai venuto meno l’alto livello intellettuale e artistico della città e per me questa è la risorsa più importante.

0

Statue, libri e Padre Lino

REDAZIONALE di Antonio Battei – Da molte parti si levano voci sdegnose a stigmatizzare i dimostranti (forse meglio dire vandali) che, in America (ora anche da noi nel caso singolo di Montanelli), danneggiano statue.

0

Prospettiva – Numero 2

Pubblichiamo il Numero 2 di PROSPETTIVA, contenente gli articoli pubblicati a Maggio 2020. Articoli di Samuele Trasforini, Giancarlo Izzi, Francesco Gianola Bazzini, Luciano Mazzoni Benoni, Alessandro Bosi, Piergiorgio Gallicani, Fabio Vanni, Roberto Favilla e Antonio Battei.

2

La Ballata di un Asintomatico di Gigio Brunello

di Piergiorgio Gallicani – Una ‘dolente geremiade’ in rima: quinari e novenari si alternano nel ritmo, a comporre un ‘rap della reclusione’ da Covid 19. Un quadro vivo dei nostri quotidiani tentativi di rinsaldare – nel tempo imposto della ‘distanza sociale’- i rapporti familiari, amicali, professionali, di vivificarli inventandoci linguaggi nuovi.

0

Città e civiltà

di Alessandro Bosi – La città – illimite col maldicrescere, conurbazione che produce il cancro che la divora, può aprire una riflessione sulla propria dimensione?

Restituirle la forma di luogo della società consentirebbe di vivere poli(s)ticamente nella relazione cittadinanza – democrazia – politica. Pur subordinata a istanze superiori, la città è l’universale particolare cui affidare il domani.