Invito alla lettura: “Nello Specchio della Scuola” di Patrizio Bianchi

 

di Luciana Donelli

Faccio parte di quelle persone che si ostinano a voler credere che il COVID, pur nella sua negatività, abbia prodotto o possa produrre anche qualcosa di positivo.

            Mi riferisco al terremoto che ha portato nella scuola, costringendo chi vi opera ad una revisione complessiva di abitudini e prassi più o meno consolidate, alla rivalutazione di alcuni obiettivi fondamentali e, complessivamente, costringendo ad inventare finalmente qualcosa di nuovo.

            Il mio invito alla lettura va perciò a coloro che sono alla ricerca di una guida per trovare soluzioni, innovazioni, creatività nel mondo scolastico: il libro, pubblicato nello scorso ottobre da Patrizio Bianchi, contiene una analisi abbastanza completa della situazione scolastica italiana. Partendo da alcune osservazioni sul ruolo che ha avuto in passato la scuola nella società, in generale ed in particolare nel nostro Paese, l’autore si sofferma sul ruolo che dovrebbe avere per il futuro. Supportato dai dati più recenti, elaborati durante il lavoro presso la Commissione Ministeriale da lui presieduta nei mesi estivi, l’autore traccia anche le possibili linee di lavoro per quanti vorranno guardare il futuro con ottimismo.

            Le cose da fare sono moltissime, ma la strada è indicata. A questo punto basta seguirla….

Il contenuto:

  1. La scuola, lo sviluppo, la solidarietà
  2.     Crescita e competenze per lo sviluppo
  •     I risultati della nostra scuola
  1.     Scuola, Stato, Nazione
  2.     Formazione della persona e sviluppo
  3.     Costituzione, autonomia, territorio
  • Attraverso lo specchio

Conclusioni. Tre questioni e dieci temi per un dibattito nazionale sulla scuola e sullo sviluppo

L’autore

Patrizio Bianchi, professore ordinario di economia applicata già rettore dell’Università di Ferrara, è stato per 10 anni Assessore alla scuola, università, ricerca, formazione e lavoro  nella giunta regionale dell’Emilia Romagna. Attualmente è titolare della cattedra Unesco in Educazione, crescita ed eguaglianza presso l’università di Ferrara. Nella primavera 2020 è stato chiamato dal Ministro dell’Istruzione a coordinare il Comitato degli esperti presso il MIUR.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.