C A S A     E D I T R I C E     L U I G I     B A T T E I

HOME PAGE
CASA EDITRICE
STUDIO GRAFICO
CORRIERE DI PARMA
CONTATTI

COLLANA: MUSA DIALETTALE PARMENSE

Massimiliano Catellani
Sèma armèz in trì gat
2010
20 €
104 pagine
Alla storica collana Musa Dialettale Parmense, creata negli anni Cinquanta da Angelo Battei e ricca di oltre cinquanta titoli dei più grandi scrittori dialettali delle terre di Parma, si aggiunge una nuova raccolta di poesie in vernacolo: “Sèma armèz in trì gat” di Massimiliano Catellani. Scritte nel dialetto del suo paese, San Prospero, le poesie di Catellani rievocano, con sentimento e passione, le nostalgiche atmosfere d’un “piccolo mondo” in via d’estinzione: la vita del paese, con i suoi lenti ritmi, i suoi personaggi curiosi ed indimenticabili e le sue mille storie nascoste; e poi la famiglia, la campagna, lo scorrere del tempo e delle stagioni... C’è tutta una vita racchiusa in queste belle ed intense poesie, che rievocano il passato come fosse ieri e trasmettono, grazie all’espressività e immediatezza della lingua popolana, lo spirito genuino e sincero del popolo che vive, da sempre, su queste terre.

Renzo Pezzani
Bornisi. Braci sotto la cenere
2007
25 €
168 pagine
Nella collana Musa Dialettale Parmense, la nuovissima edizione di “Bornisi”: il capolavoro in dialetto parmigiano di Renzo Pezzani, illustrato dagli originali disegni dell’Autore e, per la prima volta, tradotto in italiano da Antonio Battei. Occasione imperdibile per leggere (o rileggere) le sue intense liriche ed apprezzare, così, quella sua particolare scrittura, sapientemente sospesa tra spontaneità dell’ispirazione e necessità letteraria, che rivela un’attenzione privilegiata all’animo umano, una meditazione commossa sulla propria e altrui condizione, un sentire capace di farsi immagine ricca ed evocativa, parola che evoca e allo stesso tempo consola. Giuseppe Marchetti, nel suo saggio introduttivo, ricorda che tra i tanti estimatori di Pezzani vi fosse anche Pier Paolo Pasolini, il quale, in un saggio intitolato La poesia dialettale del Novecento (1952) di Bornisi scrive: “In Bornisi la Parma di Renzo Pezzani è già poetica; cupa, scrostata, plebea, ma come scossa da una ventata di allegria, che non essendo l’allegria della miseria proletaria, ma del popolo artigiano da secoli vicino alla piccola borghesia gretta e orgogliosa, ha qualcosa di disperato, di pateticamente doloroso”. Di Renzo Pezzani, la casa editrice Battei, oltre alle precedenti sette edizioni di “Bornisi”, uscite a partire dal 1939, ha pubblicato: “Tarabacli” (1942; 1943; 1971; 1978; 1980); “Oc luster” (1950; 1970; 1979; 1980); “Al marches Popò, la Baragon’na” (1973, teatro dialettale); “Al stizz” (1989); “Cära al me sgnor” (1990, poesie in dialetto con Luigi Vicini). In italiano: “Oh dolce solitudine!” (1972), “Florilegio pezzaniano” (1985) e l’”Opera Omnia”: tutte le poesie in italiano scritte da Pezzani dal ‘20 al ‘35. Le sue liriche su Parma sono anche pubblicate nell’antologia di poesie dialettali con traduzione in italiano “Parma Parma” (2005).

Luigi Vicini
La primma viöla. La prima viola
con traduzione in italiano
2011
120 pagine
Per ricordare, a dieci anni dalla scomparsa, Luigi Vicini, poeta ancora vivo nel ricordo di tanti parmigiani, la casa editrice Battei ha scelto di riproporre questa raccolta poetica, edita per la prima volta nel 1950. Una nuova edizione che riprende l’originale, con disegni di Latino Barilli e prefazione di Jacopo Bocchialini, e la arricchisce della traduzione in italiano curata da Antonio Battei e dell’introduzione di Giuseppe Marchetti. Un’iniziativa editoriale che nasce dal desiderio di mantenere viva la forza espressiva del nostro dialetto attraverso gli autori che hanno saputo, con mano davvero felice, darle valore e dignità. La poesia di Vicini viene dal cuore e anche quando parla di piccole cose sa farle diventare grandi con il suo amore per la vita quotidiana, con quel suo talento, a volte ironico, nel saper cogliere l’intenso profumo d’una violetta accarezzata con mano delicata.
Torna a: LE NOSTRE COLLANE